Etna X Emergency

Melior de cinere surgo

Home
Info
A cura di Stelle e Ambiente. Conduce il dott. Iorga Prato. Melior de cinere surgo – passeggiata cittadina sui cataclismi secenteschi La fine del XVII secolo vede il centro etneo colpito da due eventi naturali destinati a cambiare la città, tanto nell'urbanistica quanto nell'architettura e nella cultura. L'11 marzo del 1669 si originò da una profonda fessura a nord del piccolo abitato di Nicolosi una eruzione lavica che durò fino al mese di luglio del medesimo anno. A partire dal 1° aprile l'evento interessò le campagne a nord-ovest della città, giungendo undici giorni più tardi a lambirne le mura. Le conseguenze maggiori furono soprattutto di tipo sociale ed economico: la città rimaneva sguarnita di mura dal suo lato occidentale e le campagne da cui traeva i fabbisogni principali vennero distrutte. Pochi decenni più tardi, il 9 gennaio del 1693, vi fu un terremoto con epicentro in Val di Noto. Il sisma non fu particolarmente grave, ma mise a dura prova la stabilità degli edifici, per buona parte costruiti con tecniche a secco. Dopo un giorno di relativa calma, dal porto di Catania si originò il più devastante dei terremoti italiani, considerato uno dei più distruttivi della storia umana. La città venne letteralmente ridotta ad un quinto dei suoi abitanti. Le macerie ricoprirono le strade e le piazze – angusti retaggi della città medioevale – e gli sciacalli provenienti dalle zone non interessate dal sisma frugavano tra le macerie per derubare i morti dei loro averi o persino minacciare chi, ancora sotto le macerie, non avesse dato loro qualcosa in cambio del richiesto soccorso. In questo caso le conseguenze furono ben maggiori: la città ne uscì sconvolta e venne letteralmente rinnovata, come fosse nata l'indomani dalle sue stesse macerie. Per questo infatti all'elefante si accostò il simbolo della fenice per rappresentare Catania, assieme al motto “melior de cinere surgo”. Programma ore 19:30: Piazza Stesicoro ore 20:00: Piazza Dante, chiesa e convento dei Benedettini, banco lavico dell'Orto dei Novizi ore 20:35: Piazza Machiavelli, chiesa di Sant'Agata alle Sciare ore 20:50: Piazza Federico di Svevia, fosso del Castello Ursino ore 21:20: Via San Calogero, Pozzo di Gammazita ore 21:30: Piazza Currò, Canale del Duca ore 21:40: Piazza Duomo, Cattedrale ore 22:00: Via Etnea, Quattro Canti
Data
07-05-2016 20:00
Appuntamento
Piazza Stesicoro Catania
Costi
Offerta minima 5 euro
Durata
2 ore
Trasporto
Mezzi propri
Difficoltà
Molto facile
Adesioni e altre informazioni
Per prenotare contattare il prof. Giuseppe Sperlinga al numero: 3288172095.
Link
Per maggiori dettagli vedi su Etnanatura