Flora
Linaria purpurea
Linaria purpurea
Linaria purpurea (L.) Mill. Gard. Dict., ed. 8. n. 5. (1768) Basionimo: Antirrhinum purpureum L. - Sp. Pl. 2: 613 (1753) Plantaginaceae Linajola purpurea Forma Biologica: H scap - Emicriptofite scapose. Piante perennanti per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse fiorale allungato, spesso privo di foglie. Descrizione: Pianta perenne, alta fino quasi al metro, glabra e glauca con fusti eretti, cilindrici e pruinosi. Fusti fioriferi con foglie strettamente lanceolate (2-3 X 18-20 mm) e più o meno unilaterali. Getti sterili basali di 5-10 cm con foglie più piccole, da lineari a leggermente ellittiche (1,5-2 X 7-10 mm), addensate e più o meno patenti. Racemi terminali con fiori contigui ed addensati. Peduncoli 1,5-4mm. Calice con lacinie di 2 mm. Corolla bilabiata, violetta, raramente rosea o bianca, di 9-13 mm con palato barbato e sperone di 5-6 mm. Antere gialle sporgenti dalla fauce. Capsula globosa di 3 mm, più lunga del calice. Semi trigoni, tubercolati e senza ali. Tipo corologico: Endem. Italiana - Presente allo stato spontaneo solo nel territorio italiano. Antesi: da Aprile ad Ottobre Distribuzione in Italia: dall'Emilia Romagna fino alla Calabria e in Sicilia. Specie protetta a livello regionale (LAZ) Habitat: Rupi, pietraie, margini dei boschi, incolti, dalle aree litoranee fino ale vette appenniniche e quindi dal piano fino ai 1900m, occasionalmente anche fino a 2500m (Gran Sasso). Note di Sistematica: In passato la diversa larghezza delle foglie ha portato più autori a descriverne varietà e sottospecie (montana e litoralis). Etimologia: Il termine generico dal greco línon = "lino" per la somiglianza delle foglie caulinari con quelle del lino. Il termine specifico per il colore della corolla. Proprietà ed utilizzi: Linaria purpurea è considerata buona pianta ornamentale e per questo coltivata al di fuori del nostro paese. Da Wikipedia.
Link percorso: Grotta Nicodemo
Comune: Piedimonte Etneo - Località: Presa
Coordinate. Inizio percorso: 37°47'50''-15°08'57''- Fine percorso: 37°48'10''-15°08'55''
Quota. Inizio percorso: 558 m - Fine percorso: 547 m

Visualizza Grotta Nicodemo in una mappa di dimensioni maggiori
I sapori di Sicilia Dipartimento botanica Cutgana Parco botanico del Chianti Fungaioli siciliani Masseria Fontanazza Fiori di sicilia Sebastiano D'Aquino
Copyright Camillo Bella per Etnanatura 2016