• Rifugio monte Spagnolo

    Rifugio monte Spagnolo

  • Nunziata

    Nunziata

  • Fontanelle

    Fontanelle

  • Acquedotto romano Valcorrente

    Acquedotto romano Valcorrente

  • Grotte delle Immacolatelle

    Grotte delle Immacolatelle

  • Palazzo Corvaja

    Palazzo Corvaja

  • Casa del vescovo

    Casa del vescovo

  • Mulino Chiarenza

    Mulino Chiarenza

  • Eremo santa Maria della Provvidenza

    Eremo santa Maria della Provvidenza

  • Grotta del labirinto

    Grotta del labirinto

  • San Giovanni de Freri

    San Giovanni de Freri

  • Tarderia

    Tarderia

  • Castello Schiso

    Castello Schiso

  • Crateri Barbagallo

    Crateri Barbagallo

  • Torre Saracena Locadi

    Torre Saracena Locadi

  • San Sebastiano Forza Agro

    San Sebastiano Forza Agro

  • Praiola

    Praiola

  • Serracozzo

    Serracozzo

  • Caldaia del Drago

    Caldaia del Drago

  • Fortezza Poggio Cardillo

    Fortezza Poggio Cardillo

  • Current
Etna - Giovedì 21-01-2021 18:53:26 - Il sole sorge alle 07:09 e tramonta alle 17:13
Le news di Etnanatura -- Grotta del Drago -- Rocca Capra -- Grotta monte Cicirello -- Grotta degli archi -- Monte Zoccolaro -- Hanno visitato il sito: 17.835.972 utenti - Nel 2021: 110.676 - Nel mese di Gennaio: 110.676 - Oggi: 4.324 - On line: 16

Foto - Caldaia del drago
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Caldaia del Drago

Foto di: Etnanatura, Michele Torrisi, Catena Lo Turco, Giovanni Curcuruto

Descrizione:
Sentiero turistico in contrada Uttara lungo il fiume Ghiodaro dove si trovano due grotte e un'incavo molto grande nella pietra sagomato dal perenne scorrere dell'acqua dove le pareti rocciose si alternano a boschi rigogliosi e l'acqua e le rocce formano piccole e limpide piscine naturali. Viene denominata a Quattara U' Drau poiché secondo un antica leggenda in questo luogo viveva un enorme drago che incuteva timore alla popolazione. La particolarità di questo luogo sta nella colorazione delle rocce circostanti che a causa dei detriti trasportati dal corso dell'acqua assumono una tonalità rossastra. La gente associava questa singolarità al sangue di una belva enorme ossia un drago che viveva in questa vallata. Il sito è veramente affascinante sia per le bellezze naturali che per la sua storia e le leggende che lo riguardano. Non possiamo però inserirlo fra i nostri preferiti per la sporcizia che si ritrova in alcuni punti del percorso. Peccato.
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)