• Monte Fundagazzo

    Monte Fundagazzo

  • Grotta del Coniglio

    Grotta del Coniglio

  • Via dei pescatori

    Via dei pescatori

  • Bosco Santa Maria la Stella

    Bosco Santa Maria la Stella

  • Grotta dei buoi

    Grotta dei buoi

  • Monte Crisimo

    Monte Crisimo

  • Monte Stornello

    Monte Stornello

  • Monte Cicirello

    Monte Cicirello

  • San Nicolo Militello

    San Nicolo Militello

  • Fiumefreddo

    Fiumefreddo

  • Granfonte di Leonforte

    Granfonte di Leonforte

  • Rifugio monte Baracca

    Rifugio monte Baracca

  • Isole dei Ciclopi

    Isole dei Ciclopi

  • Monte Gemmellaro

    Monte Gemmellaro

  • Grotta dei Lamponi

    Grotta dei Lamponi

  • Chiazzette

    Chiazzette

  • Grotta Catanese

    Grotta Catanese

  • Cugno Carrubba

    Cugno Carrubba

  • Fortezza del Tocco

    Fortezza del Tocco

  • Palazzelli

    Palazzelli

  • Current
Etna - Martedì 20-04-2021 03:58:50 - Il sole sorge alle 06:15 e tramonta alle 19:41
Le news di Etnanatura -- Timpa Leucatia -- Metapiccola -- Hanno visitato il sito: 18.430.171 utenti - Nel 2021: 704.875 - Nel mese di Aprile: 128.355 - Oggi: 1.055 - On line: 18

Foto - Case zampini
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Case Zampini

Foto di: Etnanatura e Salvo Nicotra

Descrizione:
Il bosco di Cenntorbi è un'area boschiva che sorge sul versante occidentale dell'Etna, nel territorio del comune di Bronte. Si tratta di un querceto sempreverde con dominanza di leccio (Quercus ilex) accompagnato da biancospino (Crataegus monogyna), perastro (Pyrus spp.), rosa canina e terebinto (Pistacia terebinthus). A margine vi crescono anche l'endemico bagolaro dell'Etna (Celtis aetnensis) e la ginestra dell'Etna Genista aetnensis. Il paesaggio è caratterizzato da numerosi crateri avventizi (Monte Minardo (1.304 m), Monte Peloso (1.269 m), Monte Ruvolo (1.410 m), Monti Tre Frati (1.384 m, 1.376 m), Monti Nespole (1.633 m, 1.725 m), anch'essi in genere coperti di bosco. L'accesso escursionistico è dalla Casa Forestale di quota 1.160 metri, raggiungibile dall'abitato di Bronte percorrendo la strada in basolato lavico che conduce alla "Grotta della Neve", una neviera ricavata modificando un frammento di grotta lavica, usata in passato per la produzione di ghiaccio. Dalla Casa Forestale è possibile percorrere ampie e comode sterrate che attraversano la lecceta. Un sentiero a tornanti consente di salire alla cima del Monte Minardo. (da Wikipedia)
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)