• Passo dei dammusi

    Passo dei dammusi

  • Borgo Giuliano

    Borgo Giuliano

  • Miniere san Carlo

    Miniere san Carlo

  • Salinelle di san Biagio

    Salinelle di san Biagio

  • Rifugio Milia

    Rifugio Milia

  • Catacombe della Larderia

    Catacombe della Larderia

  • Oasi del Simeto

    Oasi del Simeto

  • Ilice di Portella Calanna

    Ilice di Portella Calanna

  • Grotta Pisciteddu

    Grotta Pisciteddu

  • Grotta Falconiera

    Grotta Falconiera

  • San Giovanni de Freri

    San Giovanni de Freri

  • Monte Zappinazzo

    Monte Zappinazzo

  • Santa Caterina Taormina

    Santa Caterina Taormina

  • Rifugio Pirao

    Rifugio Pirao

  • Postoleone

    Postoleone

  • Castagno di Serruggeri

    Castagno di Serruggeri

  • Alcantara riva

    Alcantara riva

  • Rifugio monte Grosso

    Rifugio monte Grosso

  • Nido di Aquila

    Nido di Aquila

  • Serra delle Concazze

    Serra delle Concazze

  • Current
Etna - Giovedì 22-04-2021 20:10:55 - Il sole sorge alle 06:13 e tramonta alle 19:43
Le news di Etnanatura -- Monte Nero delle Concazze -- Timpa Leucatia -- Hanno visitato il sito: 18.448.338 utenti - Nel 2021: 723.042 - Nel mese di Aprile: 146.522 - Oggi: 6.760 - On line: 29

Foto - Grotta Micio Conti
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Grotta Micio Conti

Descrizione:
Trattasi di una grotta di scorrimento lavico costituita da diverse gallerie con uno sviluppo complessivo di 350 m. Si entra nella cavità attraverso un'apertura dovuta al crollo della volta. Procedendo verso nordovest si penetra in una galleria facilmente agibile dove sono riconoscibili diversi livelli di scorrimento. La galleria ha un foro artificiale nella volta e termina in una zona di crolli di difficile percorribilità. La galleria a sudovest dell'ingresso ha uno sviluppo maggiore. Vi si può accedere strisciando tra i massi franati dalla zona d'ingresso attraverso tre distinti passaggi tutti angusti. Segue un tratto di galleria ampio e regolare dal fondo pianeggiante coperto da un deposito alluvionale di fine sabbia vulcanica, dal quale emergono quà e là tratti di lava a superficie unita e massi staccatisi dalla volta.A valle di questo tratto si ha una biforcazione della galleria. Il ramo di ponente, il più ampio, è ostruito da una frana; resta solo un passaggio in strettoia. Il ramo di levante, più angusto, è costituito da un basso diverticolo dal fondo sabbioso che raggiunge la gelleria principale a valle della strettoia. la galleria continua in regolare debole pendenza descrivendo una leggera doppia curva per biforcarsi nuovamente una sessantina di metri più a valle. Il ramo di destra, piuttosto angusto, è impraticabile; mentre quello di sinistra, più ampio, termina su di una ostruzione di lava. Sono particolarmente evidenti in questo punto depositi di calcite sulla volta. La grotta è nel complesso ben conservata; ovunque si possono osservare stalattiti da rifusione regolari ed allineate nella direzione lungo la quale scorreva la lava. Le pareti hanno un aspetto vetroso e levigato e presentano striature orizzontali a diverse altezze. Nella cavità sono stati rinvenuti numerosi frammenti ceramici dell'età del bronzo.
da Gruppo Grotte Catania.
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)