• Rifugio del Sole

    Rifugio del Sole

  • Sant Anna Bocena

    Sant Anna Bocena

  • Fiumara d Agro

    Fiumara d Agro

  • Alcantara alto

    Alcantara alto

  • Grotta dei pastori

    Grotta dei pastori

  • Gazzena

    Gazzena

  • Grotta Di Bella

    Grotta Di Bella

  • Puntale Ferraro

    Puntale Ferraro

  • Cerro di Portella Calanna

    Cerro di Portella Calanna

  • Acquedotto romano Scalilli

    Acquedotto romano Scalilli

  • Timparossa

    Timparossa

  • Monte Gallo Bianco

    Monte Gallo Bianco

  • Gornalunga

    Gornalunga

  • Palazzo Branciforti

    Palazzo Branciforti

  • Lago Gurrida

    Lago Gurrida

  • Castello Mankarru

    Castello Mankarru

  • Terme Santa Venera

    Terme Santa Venera

  • San Marziano

    San Marziano

  • Antiquarium Palike

    Antiquarium Palike

  • Cerro di Monte Fontane

    Cerro di Monte Fontane

  • Current
Etna - Giovedì 23-09-2021 20:54:22 - Il sole sorge alle 06:47 e tramonta alle 18:56 - Luna gibbosa calante luna
Le news di Etnanatura -- Minicucco di Fornazzo -- Ilice du Saucu -- Grotta Cantarella -- Hanno visitato il sito: 20.349.240 utenti - Nel 2021: 2.623.944 - Nel mese di Settembre: 264.172 - Oggi: 8.208 - On line: 41

Foto - Grotta del Lago
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Grotta del Lago

Foto di: Mimmo Guzzetta(Nonna Syria)

Descrizione:
Sul campo lavico Pahoehoe (lave a superficie unita), dei "Dammusi", nella sciara del Follone versante nord occidentale dell'Etna, dall'eruzione 1614-1624 si trova a quota 2200 una delle meraviglie dell'Etna. La grotta del Lago o dei Pastori, sorella della più conosciuta e blasonata grotta del Gelo, con i suoi 288 m. e un dislivello 41°, per raggiungerla s'impiegano quasi cinque ore di cammino. L'ingresso individuato a un quarto di grotta, a causa del crollo della volta della galleria, si presenta con uno spettacolo unico, un tunnel di grande dimensione con l'ingresso rivolto verso nord, una grande sala semi-circolare piena di neve e ghiaccio, che a fine estate a causa di correnti d'aria si scioglie. In passato era usata dai pastori per abbeverare il gregge, ancora si notano dei recipienti in zinco usurati dal tempo, (da qui il nome "grotta dei pastori"), poi dalla sala continua un lungo tunnel lavico che va verso monte, circa 128 m. con pavimento scoriaceo e presenza di crolli di lava solidificata, lamine di lava e rotoli. Proseguendo al suo interno si nota a tratti il pavimento con strati ghiacciati e soprattutto delle stalattiti di ghiaccio simile alla somigliante grotta del gelo. Mentre il secondo tunnel che parte dall'ingresso rivolto verso valle a nord, inizia con uno scivolo, che con l'aiuto di una corda di 20 m si scende facilmente, e il suo interno appare un mondo ipogeo fantastico, tunnel a livelli sovrapposti con una galleria molto alta, simile a una navata di una chiesa, si notano tunnel di flussi lavici ad altezze considerevoli, con rotoli, lamini e crolli che accompagnano tutta la galleria che si prolunga per circa 160 m, bella e affascinante per la sua morfologia, maestosità e soprattutto perché rimane una grotta naturale e misteriosa, ancora oggi tutta da scoprire. I livelli, i tunnel lavici situati troppo alti non permettono a oggi di svelare i suoi affascinanti segreti. Consapevole di questa sua misteriosa volontà come quella di rimanere non turistica la rendono bella e mistica nel suo genere. Rientrando con Dea la mia compagna, ringrazio Dio per questo gran dono.
Il diversamente speleo Mimmo Guzzetta (Nonna Siria).
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)