• Rifugio Capanna Linguaglossa

    Rifugio Capanna Linguaglossa

  • Sentiero Zirio

    Sentiero Zirio

  • Monte Crisimo

    Monte Crisimo

  • Grotta dei Santi

    Grotta dei Santi

  • Castello di Pentefur

    Castello di Pentefur

  • Grotta delle Trabacche

    Grotta delle Trabacche

  • Castello di Sperlinga

    Castello di Sperlinga

  • Grotte del Ginnasio

    Grotte del Ginnasio

  • Masseria Alaimo

    Masseria Alaimo

  • Convento Frati Minori Malvagna

    Convento Frati Minori Malvagna

  • Castello Mongialino

    Castello Mongialino

  • Grotta delle Palombe Acireale

    Grotta delle Palombe Acireale

  • Acquedotto romano Valcorrente

    Acquedotto romano Valcorrente

  • Val Calanna

    Val Calanna

  • Antiquarium Santa Venera

    Antiquarium Santa Venera

  • Torre degli Inglesi

    Torre degli Inglesi

  • Carcaci

    Carcaci

  • Grotta di monte Dolce

    Grotta di monte Dolce

  • Grotte Scorciavacca

    Grotte Scorciavacca

  • Marinello

    Marinello

  • Current
Etna - Giovedì 22-04-2021 20:18:05 - Il sole sorge alle 06:13 e tramonta alle 19:43
Le news di Etnanatura -- Monte Nero delle Concazze -- Timpa Leucatia -- Hanno visitato il sito: 18.448.396 utenti - Nel 2021: 723.100 - Nel mese di Aprile: 146.580 - Oggi: 6.818 - On line: 23

Foto - Grotta di Monte Arcimis
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Grotta di Monte Arcimis

Descrizione:
Da Giuseppe Recupero (Storia naturale e generale dell'Etna, Catania 1815 opera postuma pubblicata da Agatino Recupero): "La montagna conica dell'Arcimisa restò in gran parte seppellita da questa copiosa e alta corrente di lava, la quale empì la profondissima valle del signor Gioacchino a segno di non lasciarne il menomo vestigio. Da qui il torrente focoso diviso in cinque braccia proseguì il suo corso nelle contrade di Cassone...". Per quanto riguarda la grotta riportiamo la descrizione del gruppo grotte Catania :"Trattasi di una galleria di scorrimento articolata in più rami con alcuni tratti interrotti da crolli della volta. Solamente il ramo a sud si percorre comodamente, gli altri sono angusti e l'asprezza della roccia lavica rende penoso il procedere. Il pavimento è in prevalenza costituito da lava a superficie unita ed in qualche tratto da scorie saldate. Sulle pareti e sulla volta si osservano lamine e bran- delli di lava lunghi alcuni centimetri e stalattiti da rifusione. In questa cavità sono state notate numerose ragnatele, la presenza di farfalle e pipistrelli; all'estremità nord sono stati rinvenuti diversi aculei di istrice e ossa di roditori. Muretti a secco sono visibili davanti a due degli ingressi.".
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)