• Vena

    Vena

  • Rifugio monte Grosso

    Rifugio monte Grosso

  • Grotta monte Nero delle Concazze

    Grotta monte Nero delle Concazze

  • Fontana Paradiso

    Fontana Paradiso

  • Monte Pizzillo

    Monte Pizzillo

  • Via degli Archi

    Via degli Archi

  • Castagno 100 cavalli

    Castagno 100 cavalli

  • Cisternazza Pisano

    Cisternazza Pisano

  • Convento san Giacomo

    Convento san Giacomo

  • Torre Mina

    Torre Mina

  • Grotta tre livelli

    Grotta tre livelli

  • Monti Sartorius

    Monti Sartorius

  • Grotta del Coniglio

    Grotta del Coniglio

  • Collina san Liu

    Collina san Liu

  • Giardino Bellini

    Giardino Bellini

  • Castello Milazzo

    Castello Milazzo

  • Grotta Amenano

    Grotta Amenano

  • Monastero santa Lucia

    Monastero santa Lucia

  • Palazzo Corvaja Taormina

    Palazzo Corvaja Taormina

  • Scifi

    Scifi

  • Current
Etna - Venerdì 17-09-2021 08:01:20 - Il sole sorge alle 06:42 e tramonta alle 19:05 - Luna gibbosa crescente luna
Le news di Etnanatura -- Grotta Cantarella -- Calanchi Cannizzola -- Hanno visitato il sito: 20.285.368 utenti - Nel 2021: 2.560.072 - Nel mese di Settembre: 200.300 - Oggi: 3.505 - On line: 25

Foto - Lago Gurrida
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Lago Gurrida

Foto di: Alfio Casella, Francesco Marchese e Concetto Mazzaglia

Descrizione:
Ubicato a sud di Randazzo, sul versante nord-ovest dell'Etna, fu creato da uno sbarramento dovuto ad una colata lavica dell'Etna avvenuta nel 1536. La diga naturale così creata sul fiume Flascio diede origine a questo piccolo laghetto che sorge ad una quota di 835 metri s.l.m.. Nei mesi estivi è spesso in secca venendo a mancare una adeguata alimentazione. Nonostante ciò non si spiega la secca completa se non con una permeabilità del suo letto che conduce alla dispersione della massa d'acqua. Nei mesi invernali, le piene del torrente causano l'esondazione del lago; in passato sono stati eseguiti dei lavori per controllare il flusso d'acqua ed impedire danni alle zone circostanti. L'acqua in eccesso viene dunque raccolta in una sorta di bacino secondario; la zona coperta dall'acqua si espande fino ad allagare i vigneti e i frutteti circostanti. Nella fauna si ritrovano i grandi aironi cenerini e gli aironi rossi che si fermano per catturare i pesci e gli anfibi di cui si nutrono. La maggiore presenza di animali si ha comunque in inverno e primavera con le eleganti pavoncelle, i beccaccini, i pivieri, le pettegole, i combattenti e i piovanelli. Nei mesi invernali, le piene del fiume Flascio causano l'esondazione del lago e l'acqua, tracimando nelle zone circostanti, va a ricoprire il vicino vigneto che rimane coperto dall'acqua anche per mesi. Il vitigno, grazie a queste strane condizioni climatiche, conferisce al vino particolarissime qualità organolettiche.
da Wikipedia.
Foto di Alfio Casella, Francesco Marchese e Concetto Mazzaglia.
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)