Foto - Monte Nero
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Monte nero

Foto di: Etnanatura e Massimo Papotto

Descrizione:
Un'ampia spianata si apre più avanti intorno all'alto profilo di monte Nero. Il suolo è costituito in prevalenza di ceneri e materiali piroclastici, una parte di essi provengono da alcuni conetti esplosivi apertisi in prossimità della base del monte. E conveniente compiere una visita ravvicinata di queste bocche la zona della fenditura che dista non più di 100 metri dove potete ammirare la struttura di questi conetti (costituiti dalle scorie eiettate nel 1923 e saldatesi fra di loro). Tutto intorno si nota la presenza di grossi pulvini di astragalo (lo “spinosanto”), il quale ospita spesso al suo interno altri esemplari di piante pioniere, tipiche colonizzatrici degli alti versanti dellEtna. Da questo punto (m 1950) si comincia a discendere percorrendo il breve tratto (ca. 300 m) che separa dalla pista utilizzata dal fuoristrada per lascensione alla zona sommitale. Da qui si attraversa nuovamente la pineta e si torna a Piano Provenzana, a pochissima distanza dal punto di partenza. Lungo il percorso ritrovate l'Abisso di Monte nero, il più grande sistema eruttivo in frattura rimasto sull’Etna ed uno dei meglio conservati (vedi), la grotta delle femmine di monte Nero (vedi)) e la grotta di monte Nero (vedi). Si raccomanda la massima attenzione e prudenza e di visitare le grotte solo con adeguata attrezzatura e in presenza di esperti qualificati.
© 2018 Etnanatura.it - Camillo Bella
Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)