• Santa Croce Camerina

    Santa Croce Camerina

  • Frazzano

    Frazzano

  • San Teodoro

    San Teodoro

  • Calatabiano

    Calatabiano

  • Palazzolo Acreide

    Palazzolo Acreide

  • Giarre

    Giarre

  • Sperlinga

    Sperlinga

  • Santa Teresa Riva

    Santa Teresa Riva

  • Palagonia

    Palagonia

  • Fiumefreddo di Sicilia

    Fiumefreddo di Sicilia

  • Roccella_Valdemone

    Roccella_Valdemone

  • Rometta

    Rometta

  • Savoca

    Savoca

  • Bronte

    Bronte

  • Militello

    Militello

  • Castel di Iudica

    Castel di Iudica

  • Malvagna

    Malvagna

  • Ucria

    Ucria

  • Motta SantAnastasia

    Motta SantAnastasia

  • Tripi

    Tripi

Etna - Venerdì 24-09-2021 11:02:35 - Il sole sorge alle 06:48 e tramonta alle 18:54 - Luna gibbosa calante luna
Le news di Etnanatura -- Minicucco di Fornazzo -- Ilice du Saucu -- Grotta Cantarella -- Hanno visitato il sito: 20.354.834 utenti - Nel 2021: 2.629.538 - Nel mese di Settembre: 269.766 - Oggi: 4.248 - On line: 49

Foto - Palazzo Riggio Carcaci
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Palazzo Riggio Carcaci

Descrizione:
Un bellissimo novembre, un mese che solo in Sicilia sa essere languido e ovattato. Un mese "ruffiano" che protegge, fra le mura di una casa nobiliare, l'iniziazione all'amore del giovane Nino da parte della zia. Sullo sfondo le pendici dell'Etna e una disperazione sottaciuta e mai gridata perché in Sicilia anche l'amore può essere drammatico. Dalle belle pagine del romanzo di Ercole Patti "Un bellissimo Novembre" il regista Bolognini trasse uno dei suoi capolavori che conservò il titolo del racconto. Per girare le scene d'amore fra il giovane Nino, nel film interpretato dall'attore Paolo Turco, e la zia, un'avvenente Gina Lollobrigida, Bolognini scelse il vecchio palazzo nobiliare Riggio Carcaci in Aci Sant'Antonio (vedi la scena del film). La prima costruzione dell'edificio risale al 1672, su progetto di Carlo Mano Saneta, quasi contemporaneamente al grande sviluppo del borgo. Costruito da Don Stefano Riggio, principe di Campofiorito, come propria residenza, viene ristrutturata dal figlio del principe, Luigi, dopo il terremoto del 1693. La struttura attuale è il risultato dei rifacimenti del 1702, quando fu aggiunta un'ala. Dal 1970 il palazzo diventa la residenza dei principi Paternò-Castello fino alla morte di Anna Spitaleri moglie di Mario Paternò-Carcaci del Castello nel 1944. All'estero si possono ancora ammirare i balconi, le finestre e l'imponente arco in entrata con scalinate laterali. Sul lato est si sviluppa quello che un tempo doveva essere un raffinatissimo giardino all'italiana con viali, gradinate e giochi d'acqua. Oggi purtroppo anche questo palazzo versa in uno stato di abbandono e rischia di crollare definitivamente.
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)