• Montagna di Ramacca

    Montagna di Ramacca

  • Castello marchesa di Cassibile

    Castello marchesa di Cassibile

  • Grottitte di Mojo

    Grottitte di Mojo

  • Isole dei Ciclopi

    Isole dei Ciclopi

  • Grotta Piano Porcaria

    Grotta Piano Porcaria

  • Grotta Taddariti I

    Grotta Taddariti I

  • Bosco dello Scacchiere

    Bosco dello Scacchiere

  • Spezieria

    Spezieria

  • San Pietro e Paolo Itala

    San Pietro e Paolo Itala

  • Acquedotto Biscari

    Acquedotto Biscari

  • Grotta del porcospino

    Grotta del porcospino

  • Ponte dei malati

    Ponte dei malati

  • Torre del Grifo

    Torre del Grifo

  • Torrente Caliero

    Torrente Caliero

  • Grotta san Mauro

    Grotta san Mauro

  • Santa Maria Randazzo

    Santa Maria Randazzo

  • Saline di Priolo

    Saline di Priolo

  • Scifi

    Scifi

  • Villa del Casale

    Villa del Casale

  • Annunziata Castelmola

    Annunziata Castelmola

  • Current
Etna - Martedì 28-09-2021 00:27:16 - Il sole sorge alle 06:52 e tramonta alle 18:48 - Luna gibbosa calante luna
Le news di Etnanatura -- Castagno di Rinazzu -- Fau di Saraneddu -- Minicucco di Fornazzo -- Ilice du Saucu -- Grotta Cantarella -- Hanno visitato il sito: 20.402.119 utenti - Nel 2021: 2.676.823 - Nel mese di Settembre: 317.051 - Oggi: 240 - On line: 39

Foto - Rocca Capra
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Rocca Capra

Descrizione:
«Guardando, così, nell'insieme la Valle del Bove, con tre alti pareti e quasi spianata per levante, sembra che un solo avvallamento offrisse da presso la cima del monte sino al mare.»
(Carlo Gemmellaro, 1844)
Rocca Capra si trova al centro della Valle del Bove. La formazione di tale depressione viene fatta risalire a 64.000 anni fa a causa del collasso dei centri eruttivi del Trifoglietto I e del Trifoglietto II, predecessori dell'Etna. Lo sprofondamento dei due crateri formò una caldera profonda 1 chilometro e larga 5 chilometri. Il cono vulcanico del monte Etna attuale si sarebbe formato a nord-ovest dell'unità del Trifoglietto II circa 34.000 anni fa. La Valle del Bove si presenta desertica, ricoperta da colate laviche recenti (eruzione del 1991-1993 e seguenti) ed occupa una superficie di circa 37 kmq. Il recinto craterico all'interno del quale si trova la valle si sviluppa per un perimetro di circa 18 chilometri e presenta a nord e a sud pareti dall'altezza variabile tra i 400 e i 1.000 metri. A est, invece, si apre in una spianata interrotta dal Monte Calanna che emerge isolato dalle recenti lave. Uno scosceso pendio, il Salto della Giumenta, affievolito dalla colata lavica del 1991-'93, la separa dalla sottostante Val Calanna. Nella valle sono presenti diverse dagale (porzioni di vegetazione isolata circondate da lave) e sono visibili alcuni crateri avventizi recenti come Monte Simone (eruzione del 1811-1812) e i Monti Centenari (eruzione del 1852-1853) nonché alcune formazioni rocciose risalenti a collassi del Trifoglietto.[1] La genesi della valle è oggetto di studi ma questa sembra non essere riferibile a un unico evento quanto piuttosto a una serie di collassi, il cui ultimo, secondo studi recenti, dovrebbe essere avvenuto circa 9.000 anni fa. Un grande ammasso di materiale di riporto presente nella zona costiera di Riposto, chiamato "Chiancone di Riposto" sembrerebbe confermare questa ipotesi. Lo Tsunami generato da tale evento distrusse le civilta allora presenti sulle coste Africane e diede probabilmente luogo al mito di Atlantide e della sua scomparsa.
Fonte Wikipedia
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)