• Basilica monte Po

    Basilica monte Po

  • Acquedotto romano Valcorrente

    Acquedotto romano Valcorrente

  • Monte Nero delle Concazze

    Monte Nero delle Concazze

  • Val Calanna

    Val Calanna

  • Rifugio Trearie

    Rifugio Trearie

  • Monte Naturi

    Monte Naturi

  • Palazzo Riggio

    Palazzo Riggio

  • Grotta Scannato

    Grotta Scannato

  • Miuccio

    Miuccio

  • Grotta Giuffrida

    Grotta Giuffrida

  • Mulini di Aci

    Mulini di Aci

  • Grotta del Gelo

    Grotta del Gelo

  • Rifugio Pianobello

    Rifugio Pianobello

  • San Gaetano alla Grotta

    San Gaetano alla Grotta

  • Palazzo Universita Catania

    Palazzo Universita Catania

  • Monte Scalpello

    Monte Scalpello

  • Coda di volpe

    Coda di volpe

  • Nunziatella

    Nunziatella

  • San Giuseppe il giusto

    San Giuseppe il giusto

  • Grotta Nicodemo

    Grotta Nicodemo

  • Current
Etna - Giovedì 22-04-2021 19:01:57 - Il sole sorge alle 06:13 e tramonta alle 19:43
Le news di Etnanatura -- Monte Nero delle Concazze -- Timpa Leucatia -- Hanno visitato il sito: 18.447.987 utenti - Nel 2021: 722.691 - Nel mese di Aprile: 146.171 - Oggi: 6.409 - On line: 28

Foto - Rocche del Crasto
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Rocche del Crasto

Foto di: Veronica Cucuzza

Descrizione:
Le Rocche del Crasto sono un rilievo alto m1312 che appartiene alla catena dei monti Nebrodi, sull'Appennino siculo. sono costituite prevalentemente da roccia calcarea dell'era mesozoica e ricadono nel territorio dei comuni di Alcara Li Fusi e di Longi in provincia di Messina. Il rilievo presenta diversi specchi di faglia esposti che formano spettacolari pareti di roccia. La più interessante e lo specchio di faglia a strapiombo della Valle Calanna su cui nidifica l'aquila reale. Su uno dei suoi versanti si apre anche la Grotta del Lauro, ricca di stalattiti e stalagmiti. Nei pressi della cima sorgeva probabilmente l'antica città greca di Krastos. Sul versante nord-occidentale, più in basso nidifica il grifone, reintrodotto qualche decennio fa in Sicilia. In lingua siciliana il termine crastu (italianizzato in crasto) indica il maschio della pecora, ma qui il toponimo deriva più probabilmente dal latino castrum del senso di "fortezza".
Da Wikipedia
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2021 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)