Warning: include(../aggiornavisitatori.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.etnanatura.it/home/flora/dettaglio.php on line 101

Warning: include(../aggiornavisitatori.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.etnanatura.it/home/flora/dettaglio.php on line 101

Warning: include(): Failed opening '../aggiornavisitatori.php' for inclusion (include_path='.:/php7.0/lib/php/') in /web/htdocs/www.etnanatura.it/home/flora/dettaglio.php on line 101
Laburnum anagyroides
Laburnum anagyroides
Nome:
Laburnum anagyroides
Descrizione:
Il maggiociondolo (Laburnum anagyroides Medik., 1787) è un piccolo albero caducifoglio (alto dai 4 ai 6 metri), appartenente alla famiglia delle Fabaceae. Ha portamento arbustivo, la corteccia è liscia, con rami espansi verdi scuri e ramoscelli penduli e pubescenti. Le foglie (composte da tre foglioline) hanno un lungo picciolo, glabre superiormente e pelose inferiormente. I fiori sono di colore giallo oro, molto profumati, sono raggruppati in lunghi racemi penduli (fino a 25 cm) e fioriscono tipicamente in maggio. I frutti sono legumi dai numerosi semi neri contenenti citisina (un alcaloide), estremamente velenosi (per l'uomo, ma anche per capre e cavalli) specie se immaturi. Alcuni animali selvatici tuttavia (come lepri, conigli e cervi) se ne possono cibare senza problemi, e per questo in alcune regioni è ritenuta una pianta magica. Il legno è duro e pesante, di colore giallo/bruno, ottimo per pali, lavori al tornio e come combustibile. In passato - ma anche oggi nelle rievocazioni storiche - era utilizzato come ottimo legno per la costruzione degli archi. Distribuzione e habitat. (Europa meridionale): dalla Francia sud-orientale alle Alpi, Appennini e Penisola balcanica. Vegeta e fiorisce in habitat temperati e moderatamente umidi, specialmente in terreni calcarei, spesso associato a boschi di carpino nero (Ostrya carpinifolia). L'albero è noto anche come falso ebano (o avorniello) in quanto il legno di esemplari molto vecchi poteva essere usato in sostituzione dell'ebano. Il poeta inglese Francis Thompson descrisse il laburnum in una sua poesia: Mark yonder, how the long laburnum drips Its jocund spilth of fire, its honey of wild flame! (Francis Thompson, Sister Songs (1895)) Lo scrittore J. R. R. Tolkien si ispirò al laburnum per la creazione di Laurelin, uno dei due alberi mitologici de Il Silmarillion, e la descrizione che ne dà Tolkien è fortemente influenzata dai versi di Thompson. Da Wikipedia
Link percorso:
Comune:
Pedara
Località:
Casa del Vescovo
Coordinate inizio percorso:
37°41'53''-15°01'31''
Coordinate fine percorso:
37°41'35''-15°01'17''
Quota inizio percorso:
1666 m
Quota fine percorso:
1550 m
Mappa percorso:
I sapori di Sicilia Dipartimento botanica Cutgana Parco botanico del Chianti Fungaioli siciliani Masseria Fontanazza Fiori di sicilia Sebastiano D'Aquino
La catalogazione dei fiori e della flora di questa pagina è stata possibile grazie alla competenza ed alla squisita cortesia del prof. Alfonso La Rosa, responsabile del gruppo facebook Flora spontanea siciliana, e di tutti gli iscritti al gruppo. A tutti un caloroso ringraziamento!
Camillo Bella
Copyright Camillo Bella 2009