Le news di Etnanatura -- Torre Rossa -- Serracozzo -- Sciara del Follone -- Eremo monte Turcisi -- Eremo santa Febronia -- Bocche di Santoro -- Grotta Piano Noce -- Hanno visitato il sito: 16.703.065 utenti - Nel 2020: 2.104.110 - Nel mese di Luglio: 67.322 - Oggi: 3.309 - On line: 38
Museo Lentini
Nome:
Museo Lentini
Comune:
Località:
Centro
Coordinate inizio:
15°00'08'' - 37°17'19''
Coordinate fine:
15°00'08'' - 37°17'19''
Quota inizio:
75 m.s.m.
Quota fine:
75 m.s.m.
Tempo percorso:
10' - Andata e ritorno.
Distanza:
0.1 km - Andata e ritorno.

Grado difficoltà: 1/10
Attenzione, il grado di difficoltà è riferito solo alla lunghezza del percorso e non all'eventuale pericolosità del sito!
Foto di: Etnanatura e Privitera Rosaria Saggio

Descrizione:
La sede museale risale agli anni Cinquanta; originariamente progettata come edificio scolastico, fu acquisita dalla Soprintendenza alle Antichità per la Sicilia Orientale, per consentire la creazione di un museo destinato ad illustrare le prime grandi scoperte nel sito dell'antica Leontinoi. Il museo illustra la storia di Leontinoi e del suo territorio a partire dalla preistoria fino all'età medievale, attraverso l'esposizione di materiali provenienti dall'antica città e dai principali siti archeologici del comprensorio. Leontinoi, colonia calcidese, fu fondata nel 729 a.C., sul margine di un territorio fittamente interessato da insediamenti indigeni. La città occupò due alture parallele, con l'interposta vallata, affacciate sulla fertile piana di Catania e collegate al mare attraverso il fiume S. Leonardo. Una cinta muraria racchiudeva la città correndo lungo il ciglio dei colli ed includendo anche la vallata, alle cui estremità erano situate due poderose porte a tenaglia. Di queste ultime, quella meridionale è stata integralmente messa in luce insieme alle poche tracce delle aree sacre urbane (sulla sommità dei colli), di un santuario extraurbano (in pianura in contrada Alaimo) e di parte delle necropoli che si estendevano ad arco a nord ed a sud della città. Il territorio di Lentini ha restituito inoltre testimonianze relative all'occupazione umana a partire dal neolitico. Particolarmente significativi, nel quadro della preistoria della Sicilia sud-orientale, sono gli insediamenti, solo in parte esplorati, di Valsavoia (fase finale del Bronzo antico, facies di Rodi-Tindari-Vallelunga) e della Metapiccola (XI-IX sec. a.C., cultura di tipo ausonio). Le collezioni. Il primo nucleo proviene dall'antico Museo Civico, integralmente confluito nell'attuale museo, ed è costituito da un complesso di materiali di varia origine, per lo più di incerta contestualizzazione. Una gran parte proviene dagli scavi effettuati negli anni Cinquanta nella valle S. Mauro, in corrispondenza della porta urbica meridionale e di una delle necropoli e sul colle della Metapiccola, nell'ambito dell'insediamento indigeno dell'età del Ferro; l'ultima parte, infine, è relativa alle indagini ed alle scoperte effettuate, negli anni più recenti dalla Soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa nel territorio e nel sito urbano della città odierna. L'ordinamento è insieme cronologico e topografico; dalle più antiche attestazioni di frequentazione umana nel territorio durante la preistoria, si passa alla colonizzazione ed alla successiva illustrazione della città greca (abitato, fortificazioni, necropoli, architettura templare); infine, si espongono i dati finora acquisiti in ordine alla storia del centro urbano e del territorio durante l'età tardo romana, bizantina, araba e medioevale. L'esposizione dei materiali è sorretta da adeguati supporti didattici per la comprensione delle varie problematiche affrontate e per la ricostruzione delle fasi della ricerca.
Sala 1 Introduzione geomorfologica al territorio - Il Quaternario
Sala 2 Preistoria
Sala 3 Insediamenti indigeni tra IX e VIII sec. a.C.
Sala 4 La città greca: l'abitato
Sala 5 La città greca: fortificazioni e santuari
Sala 6 Le necropoli
Sala 7 Età tardo romana, bizantina e medioevale; materiali subacquei; numismatica.
Info dovute a Beni Culturali Regione Sicilia
Download mappe
Indicazioni percorso:
A Lentini in via del Museo 1

Come arrivare all'inizio del sentiero:
Indirizzo di partenza:

(es.: Via Nazionale, 87, 00184 Roma, Italia)

Sentieri vicini
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Museo Lentini 0 0 Link Link Archeologia-Romani-Preistoria-Greci-Musei
Castellaccio 0.48 0.85 Link Link Castelli e ruderi-Archeologia-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento-Greci
Santa Maria la Cava 0.49 0.5 Link Link Chiese-Archeologia-Barocco
Bricinna 0.5 1.34 Link Link Grotte-Chiese-Archeologia-Greci
Grotta dei Santi 0.6 0.63 Link Link Grotte-Chiese-Archeologia-Romani
San Giuliano 0.62 0.65 Link Link Grotte-Chiese-Archeologia
Grotta san Mauro 0.64 0.77 Link Link Grotte-Chiese-Archeologia-Medioevo e Rinascimento
Palazzo Beneventano 0.77 0.77 Link Link Barocco-Palazzi storici
San Marziano 0.79 0.79 Link Link Chiese-Barocco
Grotta del Crocifisso 1.12 1.32 Link Link Grotte-Chiese-Archeologia-Bizantini
San Giuseppe il giusto 1.72 1.72 Link Link Chiese-Bizantini-Medioevo e Rinascimento
Metapiccola 1.91 1.91 Link Link Archeologia-Preistoria-Greci
Parco Archeologico Leontinoi 2.2 1.96 Link Link Archeologia-Preistoria-Greci
Masseria Alaimo 2.54 4.17 Link Link Ciclabili-Palazzi storici
Cugno Carrubba 2.54 3.07 Link Link Grotte-Consigliati-Archeologia-Preistoria
Villaggio Bardara 2.82 2.77 Link Link Archeologia industriale
Ponte dei malati 3.51 3.6 Link Link
Pancali 3.58 4.35 Link Link
Biviere di Lentini 4.13 4.66 Link Link Aree protette-Fiumi e laghi
Feudo san Leonardo 8.35 8.2 Link Link Medioevo e Rinascimento

(*) Distanza, misurata in km, in linea d'area dall'inizio del sentiero.
(**) Distanza, misurata in km, in linea d'area dalla fine del sentiero.
Previsioni meteo Lentini
Numero visite:
Totale (*): 1306 - nel 2020: 275 - nel mese di Luglio: 25 - Oggi: 1 - (*) Da Giugno 2018
  • Aggiungi a preferiti
  • Pagina Facebook
  • Instagram
  • Gruppo Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Youtube
  • Instagram
  • Google +