• Grotta Madonna della Roccia

    Grotta Madonna della Roccia

  • Betulla di Tramazzi

    Betulla di Tramazzi

  • Monastero santa Lucia

    Monastero santa Lucia

  • Cuba di Castiglione

    Cuba di Castiglione

  • Acquedotto romano Misterbianco

    Acquedotto romano Misterbianco

  • Villa Bellini

    Villa Bellini

  • Antiquarium Francavilla

    Antiquarium Francavilla

  • Ulivo di Motta

    Ulivo di Motta

  • Acquedotto Biscari

    Acquedotto Biscari

  • Terme santa Venera

    Terme santa Venera

  • Rifugio monte Grosso

    Rifugio monte Grosso

  • Pancali

    Pancali

  • Badiazza

    Badiazza

  • Grotta Delle palombe Castiglione

    Grotta Delle palombe Castiglione

  • Eucalipto di Cottone

    Eucalipto di Cottone

  • Passo dei Dammusi

    Passo dei Dammusi

  • Chiesa dei Tre Santi

    Chiesa dei Tre Santi

  • Bosco dello Scacchiere

    Bosco dello Scacchiere

  • Santa Maddalena

    Santa Maddalena

  • Valle del Loddiero

    Valle del Loddiero

  • Current
Italiano English Etna - Martedì 16-04-2024 16:55:30 - Il sole sorge alle 06:20 e tramonta alle 19:38 - Luna gibbosa crescente luna
Le news di Etnanatura -- Torre san Filippo -- Cugno Case Vecchie -- Santa Lucia di Mendola -- Montagna di Ramacca -- Faggio della Rocca -- Canalone dei Faggi -- Hanno visitato il sito: 92.918.515 utenti - Nel 2024: 1.598.257 - Nel mese di Aprile: 198.391 - Oggi: 9.155 - On line: 125

Foto - Santa Maria degli Ammalati
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Santa Maria degli Ammalati

Foto di: Rosaria Privitera Saggio

Descrizione:
In tempi assai remoti fu fondata a Lentini su una collina distante circa 6 Km (4 miglia all'epoca) dal centro urbano, una Casa Ospedale dell'Ordine Religioso Militare di San Lazzaro. Estinta la Commenda rimase la chiesa sotto il titolo di Santa Maria degli Ammalati. Nel 1591 la signora Anna Modica vi fonda un Beneficio di Diritto Patronato. Conversano il 15 Agosto 1685 scrive questa nota: "Decimo actavo kal. Septembris, dedicato ecclesiae imaginis miraculosae sanctae Mariae Infirmorum, quarto ab urbe milliario. Hac dedicationem exponunt tabulae saepius citatae nostrae ecclesiae leontinae, quo ob miraculorum frequentiam,ab opem divinam poscendam, tum finitimi, tum longinqui populi conveniunt. ex quo mirabiliter colitur et licet ab urbe distans, quotidie tamen divinum in ea sacrificium peragitur". L'antico Tempio fu distrutto dal terremoto del 1693. Nel 1704 sulla stessa collina fu eretta l'attuale Chiesa con poche stanze adibite ad eremitoio. Sulla porta maggiore della nuova chiesa si legge (leggeva) scolpito nella pietra : "Don Rosario Fiamma tesoriere 1704". Oggi si vedono solo i ruderi, antiche pietre che hanno tanto da raccontare. Fino a quando sarà possibile vedere queste pietre??!! Tutto il territorio parla, ha tanto da dire. Sono pochi coloro che ascoltano.
Testo di Rosaria Privitera Saggio
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2024 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti del sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non comm.4.0 Italia(CC BY-NC-SA 4.0 DEED)