• Borgo Niria

    Borgo Niria

  • Cava Pauloti

    Cava Pauloti

  • Fico Palazzo Vigo

    Fico Palazzo Vigo

  • Palatium Federiciano

    Palatium Federiciano

  • Grotta Intraleo

    Grotta Intraleo

  • Grotta tondo Gioeni

    Grotta tondo Gioeni

  • Grotta Cassone

    Grotta Cassone

  • Ulivo di Motta

    Ulivo di Motta

  • Immacolatelle Micio Conti

    Immacolatelle Micio Conti

  • Bosco di Casalotto

    Bosco di Casalotto

  • Serra Buffa

    Serra Buffa

  • Sorgenti delle Favare

    Sorgenti delle Favare

  • Fau di Saraneddu

    Fau di Saraneddu

  • Gole della Santissima

    Gole della Santissima

  • Grotta Santa Barbara

    Grotta Santa Barbara

  • Castello di Nicosia

    Castello di Nicosia

  • Stabilimento Monaco

    Stabilimento Monaco

  • Torrente Quarantore

    Torrente Quarantore

  • Naxos

    Naxos

  • Cuba Masseria

    Cuba Masseria

  • Current
Italiano English Etna - Martedì 18-06-2024 10:36:50 - Il sole sorge alle 05:36 e tramonta alle 20:26 - Luna gibbosa crescente luna
Le news di Etnanatura -- San Nicola Buccheri -- Zappino piano Provenzana -- Faggio piano Provenzana -- Piano Provenzana -- Due monti -- Rifugio monte Baracca -- Monte Baracca -- San Nicolò l'Arena -- Castello Ursino -- Ponte sant Alfano -- Hanno visitato il sito: 93.850.110 utenti - Nel 2024: 2.529.852 - Nel mese di Giugno: 334.798 - Oggi: 9.674 - On line: 81

Foto - Eremo sant'Anna
Per saperne di più: pagina Etnanatura--> Eremo sant Anna

Foto di: Etnanatura e Giuseppe e Roberta Tizzone

Descrizione:
La fondazione dell'eremo ad opera del frate eremita Rosario Campione da Acireale, avvenne nel 1751. Successivamente grazie a fra' Gioacchino Maugeri e fra' Giovanni Battista Strano nacque l'omonima comunità agricola. L'impianto originale era composto da una chiesetta con due piccoli vani, immersi nella vegetazione a cui si aggiunse in seguito una grande cisterna per la raccolta delle acque. Nel 1756 vennero aggiunte le celle e la cappella grazie alla collaborazione di Alfio e Concetto Grasso. Nel 1758 Monsignor Ventimiglia, finanziò i lavori per la pavimentazione all'interno della chiesa in ceramica di Caltagirone. Nel 1771, si aggiunsero altri vani, la sala biblioteca, e diversi laboratori. L'altare maggiore in rame e cesello con intarsi di marmi policromi, e il tabernacolo furono eseguiti da fra' Vincenzo Musumeci e fra' Raffaele Badalà. Dal 2005, con la morte dell'ultimo eremita, l'eremo per alcuni anni restò disabitato. Attualmente l'eremo è abitato da un gruppo di suore carmelitane. All'interno dell'eremo si possono osservare anche il chiostro ed il giardino mediterraneo. Nella chiesa si possono ammirare alcune tele, tra le quali una rappresentante la Madonna con il Bambino e sant'Anna.
Da Wikipedia.
Avvertenze - Chi siamo - Mappa del sito - Siti amici - Sitografia Etna - Scrivici

© 2024 Etnanatura.it - Camillo Bella - Tutti i contenuti del sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non comm.4.0 Italia(CC BY-NC-SA 4.0 DEED)