Le news di Etnanatura -- Mega discarica fra i graffiti preistorici. Di Simone Olivelli --
Palazzo Corvaja
Nome:
Palazzo Corvaja
Comune:
Località:
Diana
Coordinate inizio:
15°12'39'' - 37°47'53''
Coordinate fine:
15°12'38'' - 37°47'54''
Quota inizio:
72 m.s.m.
Quota fine:
72 m.s.m.
Tempo percorso:
10' - Andata e ritorno.
Distanza:
0.1 km - Andata e ritorno.

Grado difficoltà: 1/10
Attenzione, il grado di difficoltà è riferito solo alla lunghezza del percorso e non all'eventuale pericolosità del sito!
Foto di: Angelo Tècchese La Spina

Descrizione:
In contrada Diana sorge un'elegante residenza del XVIII secolo “Palazzo Corvaja”. Questa contrada, attualmente appartenente al Comune di Fiumefreddo di Sicilia, un tempo faceva parte della baronia di Calatabiano. L'edificio presenta un pittoresco prospetto serrato fra torricini pensili, che chiude sul fondo una corte rettangolare entro magazzini, stalle e abitazione della servitù. Esso costituisce un esempio di villa-fattoria realizzata dai nobili del tempo per la villeggiatura e per il controllo dei latifondi e delle strutture produttive. Suggestivo è l'uso della pietra lavica per le mostre di porte, balconi e finestre, i corpi scalari merlati e la coloritura dei paramenti con forte tinte. Agli angoli del palazzotto, sorrette ognuna da tre mensole in pietra lavica, due garitte a pianta quadrata, coronata da cupole emisferiche ed ingentilite da un cornicione con decorazioni in stucco, serrano ai lati la facciata. Dietro di esse emergono due torrette più grandi, anche'esse a pianta quadrata e coronate da una merlatura ghibellina che ha un preciso valore simbolico oltre che funzionale. I due cortili e la recinzione del giardino dietro la casa, oltre a contribuire alla difesa, costituivano degli spazi esterni estremamente articolati e differenziati per lo svolgimento delle più svariate attività. In linea di massima la corte chiusa davanti alla residenza era riservata alle attività aziendali e familiari, mentre nel cortile esterno si svolgevano tutte le attività connesse al transito nella via pubblica. A lato del passaggio fra le due corti vi era lo “studio”: un locale dove la famiglia Diana probabilmente esplicava molti degli atti amministrativi relativi ai loro fondi ed ai feudi amministrati per conto dei Gravina-Cruyllas. Sul lato nord della corte esterna con la facciata rivolta alla strada è collocata la Chiesa di San Vincenzo, che assolveva funzioni sia di Chiesa per la popolazione locale, sia di cappella privata della famiglia. ... Addossato al palazzotto, al pianterreno vi è il palmento, costruito nel 1694 dalla famiglia Bottari. Originariamente separata dalla residenza fortificata di Francesco Diana, la casa dei Bottari fu successivamente unita a questa: il corpo centrale fortificato venne così a perdere uno dei suoi attributi difensivi conferitogli dal totale isolamento da altre fabbriche. Dalla fine del '700 il complesso, abbandonato dai proprietari quale residenza, non subisce ampliamenti e modifiche sostanziali. Gli interventi più consistenti sono tutti della fine del secolo scorso e dei primi anni del '900, quando alcuni locali di servizio attorno alla corte vengono ristrutturati. Fortunatamente la residenza fortificata si mantiene ancora pressoché integra; non altrettanto può dirsi invece di altre parti del complesso. In tempi recentissimi sono state asportate le pietre angolari del parapetto e del collo del pozzo, ancora visibili di F. Fcihera dell'inizio del secolo. A sud del cortile esterno alcuni dei vecchi fabbricati sono stati sostituiti da una squallida palazzina "moderna", mentre altri interventi hanno invece alterato una parte consistente dei fabbricati della corte interna che costituiscono un unico organismo architettonico con la residenza. (da Le residenze di campagna nel versante orientale dell'Etna, di Gaetano Palumbo).
Foto di Angelo Tècchese La Spina
Download mappe
Indicazioni percorso:
IN contrada Diano sulla ss. 114, da Fiumefreddo verso Messina, dopo via Ponte Minissale-

Come arrivare all'inizio del sentiero:
Indirizzo di partenza:

(es.: Via Nazionale, 87, 00184 Roma, Italia)

Sentieri vicini
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Palazzo Corvaja 0 0.04 Link Link Palazzi storici
Torre Rossa 0.77 0.81 Link Link Castelli e ruderi-Archeologia-Romani
Castello degli Schiavi 1.3 1.3 Link Link Castelli e ruderi
Alcantara mare 2.28 4.13 Link Link Aree protette-Alcantara-Fiumi e laghi
Fiumefreddo 2.29 2.79 Link Link Aree protette-Ciclabili-Fiumi e laghi
Torrente Minissale 2.81 1.51 Link Link Fiumi e laghi
Chiesa del Crocifisso 3.15 3.59 Link Link Chiese-Bizantini-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Alcantara Calatabiano 3.44 5.19 Link Link Aree protette-Alcantara-Castelli e ruderi-Fiumi e laghi
Castello Calatabiano 3.67 3.67 Link Link Alcantara-Chiese-Castelli e ruderi-Arabi e Normanni
San Michele Fulgerino 4.88 4.92 Link Link Chiese-Medioevo e Rinascimento
San Filippo Calatabiano 5.07 4.98 Link Link Chiese-Medioevo e Rinascimento
Grotta Nicodemo 5.41 5.49 Link Link Grotte
Naxos 5.64 7.79 Link Link Castelli e ruderi-Archeologia-Speciali-Medioevo e Rinascimento-Greci
Torre Vignazza 5.67 5.68 Link Link Castelli e ruderi-Medioevo e Rinascimento
Nunziata 5.75 5.75 Link Link Chiese-Archeologia-Bizantini-Romani-Medioevo e Rinascimento
Neoria Naxos 5.88 5.88 Link Link Archeologia-Greci
Pietra Perciata Taormina 5.91 6.07 Link Link Grotte-Alcantara-Archeologia-Preistoria
Grotta Forcato 5.98 5.98 Link Link Grotte
Minicucco San Giovanni Montebello 6.02 6.02 Link Link Alberi secolari
Castello Schiso 6.03 6.03 Link Link Castelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento

(*) Distanza, misurata in km, in linea d'area dall'inizio del sentiero.
(**) Distanza, misurata in km, in linea d'area dalla fine del sentiero.
Previsioni meteo Fiumefreddo di Sicilia
Numero visite:
Totale (*): 1122 - nel 2020: 126 - nel mese di Febbraio: 72 - Oggi: 3 - (*) Da Giugno 2018
  • Aggiungi a preferiti
  • Pagina Facebook
  • Instagram
  • Gruppo Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Youtube
  • Instagram
  • Google +