• Alberi secolari

    Alberi secolari

  • Terme romane

    Terme romane

  • Bosco di Aci

    Bosco di Aci

  • Riserva Fiumedinisi

    Riserva Fiumedinisi

  • Fiumi e laghi

    Fiumi e laghi

  • Speciali

    Speciali

  • Valle san Giacomo

    Valle san Giacomo

  • Aree protette

    Aree protette

  • Peloritani

    Peloritani

  • Etna

    Etna

  • Parchi urbani

    Parchi urbani

  • Cubania

    Cubania

  • Contrada Ilice

    Contrada Ilice

  • Romani

    Romani

  • Grotte

    Grotte

  • Malabotta

    Malabotta

  • Castelli e ruderi

    Castelli e ruderi

  • Pista Altomontana

    Pista Altomontana

  • Canalone del Tripodo

    Canalone del Tripodo

  • Greci

    Greci

Italiano English Etna - Sabato 15-06-2024 08:42:29 - Il sole sorge alle 05:36 e tramonta alle 20:25 - Luna gibbosa crescente luna
Le news di Etnanatura -- San Nicolò l'Arena -- Castello Ursino -- Ponte sant Alfano -- Hanno visitato il sito: 93.779.563 utenti - Nel 2024: 2.459.305 - Nel mese di Giugno: 264.251 - Oggi: 6.716 - On line: 115
Grammena - Fenicia Moncada
Nome: Grammena
Comune: Belpasso
Località:Valcorrente
Foto di:Etnanatura e Salvo Nicotra
Descrizione L'eruzione dell'Etna del 1669 generó enormi flussi di lava che coprirono numerosi casali situati alle pendici del vulcano, arrivando fino a Catania. Tra i casali seppelliti dalla lava vi fu quello di Malpasso, facente parte del territorio del Principato di Paternó. I cittadini di detto casale fuggirono, e il principe Luigi Guglielmo Moncada La Cerda fece emanare dal Viceré di Sicilia un decreto nel quale, ricordando il vincolo che legava gli abitanti alla terra e al loro signore, stabiliva: «nessuna persona di qualsiasi stato, grado et condizione che sia delli quattro casali di Malpasso, Nicolosi, Guardia e Camporitundo presuma né tenti uscire di coteste terre con le loro robbe e famiglie per andare ad habitare in altro luogo baronale,ma dover habitare nella nuova terra che si sta per fabricare sotto pena di anni tre di carcere e d'altre a nostro arbitrio riservate». Il sito individuato per la ricostruzione del nuovo casale fu piú a sud di Malpasso, nelle vicinanze del feudo di Valcorrente, su una proprietá del Monastero di San Placido di Catania, detta Carmena. Il Principe di Paternó diede all'ente proprietario l'equivalente in altri fondi rustici e nella localitá ricca d'acqua e piú lontana dal pericolo delle eruzioni dell'Etna si inizió la costruzione della nuova cittá denominata Fenicia Moncada. Il nuovo toponimo, con la sua allusione alla fenice, mitico uccello che rinasce a nuova vita dopo essere stato bruciato dal fuoco, voleva esprimere un augurio e rendere omaggio al Principe Moncada, signore di Malpasso. Il piano regolatore venne redatto da Carlo Manosanta, architetto degli Stati del Principe di Paternó, su commissione di Stefano Riggio, principe di Campofiorito, governatore generale di questi Stati. Il nuovo centro abitato prese subito forma, e nel 1670 era giá attiva la chiesa madre, che venne completata nel 1682. La popolazione di Fenicia Moncada al 1682 contava 1.500, e subí un ulteriore incremento con la nascita del quartiere Stella Aragona, passando a circa 2.900 abitanti nel 1686. L'insediamento di Stella Aragona si sviluppó sull'antico casale di Guardia, coperto dalla lava del 1669. Il terremoto del Val di Noto del 1693 che colpí e distrusse gran parte dei centri della Sicilia orientale, e causó numerose vittime, colpí anche Fenicia Moncada e Stella Aragona, completamente distrutte dal sisma. Le vittime causate dal terremoto a Fenicia Moncada furono 14 su un totale di 1.651 abitanti, e gli abitanti superstiti, anche a causa della malaria provocata alle vicine paludi di Valcorrente, abbandonarono il sito e in accordo con Francesco Notarbartolo, inviato del Principe di Paternó, si trasferirono in localitá San Nicola dove venne fondato il nuovo centro di Belpasso. Dell'antico abitato di Fenicia Moncada, ai giorni nostri non rimangono che pochissime e poco visibili tracce, malamente soverchiate e sostituite da un recente agglomerato residenziale abusivo.
Fonte Wikipedia.
L'indagine archeologica, condotta dalla Soprintendenza di Catania nel 2007, ha portato alla luce una fattoria romana, caratterizzata da molteplici fasi di vita (III-VII sec. d.C), nella zona di un precedente insediamento ellenistico (IV-II sec. a.C.). In etá tardo bizantina (VIII-prima metá del IX secolo d.C.) é stata costruita una basilica a tre navate con nartece, in parte distruggendo i resti della fattoria e quelli di una di una frequentazione insediativo-rurale piú tarda della zona (VIII secolo d.C.). La basilica é stata modificata piú volte, poi trasformata in un deposito amorfo di pietre. La sua planimetria (21,90 m E/W x 16,60 m N/S) si inquadra in un forma aritmetica di 5×4 quadrati che comprende il nartece e l'abside, con un rapporto 2:1 per la larghezza della navata centrale da quelle laterali, e una base metrica dimensionata in base a un piede di m. 0,2964, con un modulo base di m. 4,15 corrispondenti a 14 piedi. Questa pianta é simile a quella di altri edifici religiosi siciliani tradizionalmente datati tra il V e il VI sec. d.C., rivelandosi cosí ben ancorata alla tradizione costruttiva della tarda antichitá.
La centralitá dell'insediamento (non lontano dall'acquedotto romano che attraversava questa zona e accanto a rete stradale di lunga distanza in uso dall'epoca romana a quella tardo-medievale), spiega la continuitá della vita di un insediamento che era chiaramente snodo cruciale di questa zona.
Fonte Fastionline.
Dati sentiero
Powered by Wikiloc
Download mappe
Indicazioni percorso:
In localitá Valcorrente di Belpasso da via Corsica
Mappa altimetrica
Distanza: 0.3 km - Andata e ritorno.
Grado difficoltà:2/10
Attenzione, il grado di difficoltà è riferito solo alla lunghezza del percorso e non all'eventuale pericolosità del sito!
Coordinate inizio: 14°57'14'' - 37°32'18''
Coordinate fine: 14°57'16'' - 37°32'15''
Quota inizio: 246 m.s.m.
Quota fine: 242 m.s.m.
Tempo percorso: 15' - Andata e ritorno.
Sentieri vicini
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Grammena 0 0.1 Link Link Archeologia-Romani-Medioevo e Rinascimento
Acquedotto romano Valcorrente 0.9 1.24 Link Link Archeologia-Romani-Acquedotto romano
Sieli 3.32 3.32 Link Link Ciclabili
Neck di Motta 3.32 3.4 Link Link
Castello Motta sant Anastasia 3.32 3.32 Link Link Castelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Ulivo di Motta 3.67 3.67 Link Link Alberi secolari
Salinelle di san Biagio 3.78 3.18 Link Link
Abbazia santa Maria la Scala 3.88 3.9 Link Link Chiese-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Terme Misterbianco 4.69 4.69 Link Link Archeologia-Romani-Acquedotto romano-Terme romane
Albero del Drago 4.77 4.77 Link Link Alberi secolari
Acquedotto romano Misterbianco 4.9 4.8 Link Link Archeologia-Romani-Acquedotto romano
Fico della Rotonda 5.02 5.02 Link Link Alberi secolari
Aliva mpttata 5.02 5.02 Link Link Alberi secolari
Stabilimento Monaco 5.1 5.1 Link Link Archeologia industriale
Villa Moncada 5.21 5.21 Link Link Parchi urbani
Tipuana di villa Moncada 5.21 5.21 Link Link Alberi secolari
Collina di Paterno 5.93 6.02 Link Link Chiese-Castelli e ruderi-Archeologia-Romani-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Cristo al Monte 6.03 6.03 Link Link Chiese-Barocco
Castello di Paterno 6.05 6.05 Link Link Castelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Acquedotto romano Porrazzo 6.4 5.81 Link Link Archeologia-Romani-Acquedotto romano

(*) Distanza, misurata in km, in linea d'area dall'inizio del sentiero.
(**) Distanza, misurata in km, in linea d'area dalla fine del sentiero.
Previsioni meteo Belpasso
Link siti
Link siti
- Wikipedia
- fastionline.org
    Etichette
    Numero visite
Totale (*): 30379 - nel 2024: 393 - nel mese di Giugno: 45 - Oggi: 2 - (*) Da Giugno 2018
Visitatori per nazione (da Giugno 2018)

:
  • ..
  • ..
  • ..
  • ..
  • ..
  • ..
  • ..
  • ..
  • Aggiungi a preferiti
  • Pagina Facebook
  • Gruppo Facebook
  • Instagram
  • Twitter
  • Youtube
  • Wikiloc
  • Tiktok