Abakainon
Nome:
Abakainon
Comune:
Località:
Casale
Coordinate inizio:
15°06'18'' - 38°03'15''
Coordinate fine:
15°06'22'' - 38°03'15''
Quota inizio:
365 m.s.m.
Quota fine:
345 m.s.m.
Tempo percorso:
20' - Andata e ritorno.
Distanza:
0.3 km - Andata e ritorno.

Grado difficoltà: 2/10
Attenzione, il grado di difficoltà è riferito solo alla lunghezza del percorso e non all'eventuale pericolosità del sito!
Suggerito da: https://www.facebook.com/Abakainon/?fref=ts
Foto di: https://www.facebook.com/Abakainon/?fref=ts

Descrizione:
Abaceno o Abàcano (in latino: Abacaena o Abacaenum, in greco antico Ἀβάκαινον o in greco antico Ἀβάκαινα) era un'antica città della Sicilia, sul versante settentrionale, le cui origini sembra risalgano al periodo siculo, poi ellenizzata, nel cui territorio Dionigi di Siracusa fondò la città di Tindari (396 a.C.), situata in prossimità dell'attuale cittadina di Tripi, in Provincia di Messina, ove nel secolo XVI si scorgeva un largo campo di rovine antiche, in parte ancora esistenti. In seguito alla progressiva colonizzazione greca della Sicilia anche Abacena si adattò alla nuova cultura ellenizzandosi. Partecipò assieme a tante altre colonie indigene alla sollevazione di Ducezio ma in seguito alla sconfitta entrò nell'orbita di influenza cartaginese. In età greca ebbe una zecca con proprie emissioni monetali. Diodoro Siculo, lo storico, scrive che il suo territorio venne in gran parte espropriato da Dionigi I di Siracusa, in seguito alla fondazione di Tyndaris avvenuta verso il 396 a.C., per lo stanziamento di soldati mercenari. In seguito a ciò la città decadde progressivamente, anche se era ancora in piedi nel II secolo d.C., dato che Claudio Tolomeo la cita nella sua opera Tetrabiblos (III, 4). In seguito agli eventi della lotta tra Sesto Pompeo e Cesare Ottaviano (il futuro imperatore Augusto) Abacena venne distrutta da quest'ultimo nel 36 a.C. Sul sito di Abacano sono state ritrovate molte monete in argento e in rame, con un ricorrente rovescio caratterizzato da un cinghiale e da una ghianda; evidente allusione alle foreste che circondavano la città durante la sua esistenza.
Da Wikipedia
Download mappe
Indicazioni percorso:
Dopo la frazione Casale di Tripì dietro il cimitero ai piedi del castello.

Come arrivare all'inizio del sentiero:
Indirizzo di partenza:

(es.: Via Nazionale, 87, 00184 Roma, Italia)

Mappa altimetrica Mappa altimetrica
Sentieri vicini
Sentiero D1(*) D2(**) Pagina Mappa Tipologia
Abakainon00.1LinkLinkArcheologia-Preistoria-Greci
Castello di Tripi0.720.4LinkLinkCastelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Castello di Montalbano8.638.63LinkLinkCastelli e ruderi-Archeologia-Medioevo e Rinascimento
Villa romana san Biagio8.788.73LinkLinkArcheologia-Romani
Montalbano Elicona9.168.92LinkLinkChiese-Castelli e ruderi-Archeologia-Speciali-Medioevo e Rinascimento
Argimusco9.688.54LinkLinkAree protette-Consigliati-Archeologia-Preistoria
Marinello9.9311.25LinkLinkAree protette
Sentiero dei Patriarchi10.1612.82LinkLinkAree protette-Consigliati-Alberi secolari-Parco dei Nebrodi
Bosco di Malabotta10.1811.8LinkLinkAree protette-Ciclabili-Consigliati-Parco dei Nebrodi
Case Cardone10.1811.43LinkLinkAree protette-Rifugi-Parco dei Nebrodi
Coda di volpe10.919.16LinkLink
Tindari11.1511.4LinkLinkArcheologia-Romani-Greci
San Marco15.3615.43LinkLinkChiese
Convento Frati Minori Malvagna15.6115.6LinkLinkChiese
Villa romana Patti marina15.6215.65LinkLinkArcheologia-Romani
Badiazza15.6515.41LinkLinkConsigliati-Chiese-Castelli e ruderi-Bizantini-Medioevo e Rinascimento
Santa Maria Roccella1616LinkLinkChiese-Medioevo e Rinascimento
Mulino Montagnareale16.4816.53LinkLinkArcheologia industriale
Monte Mojo16.6116.61LinkLinkAree protette-Alcantara
Villa Pisani16.6316.63LinkLinkMusei

(*) Distanza, misurata in km, in linea d'area dall'inizio del sentiero.
(**) Distanza, misurata in km, in linea d'area dalla fine del sentiero.
Previsioni meteo Tripi
Numero visite:
Totale (*): 179 - nel 2018: 179 - nel mese di Settembre: 64 - Oggi: 1 - (*) Da Giugno 2018
  • Aggiungi a preferiti
  • Pagina Facebook
  • Gruppo Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Youtube
  • Google +
© 2018 Etnanatura.it - Camillo Bella
Tutti i contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Creative Commons attrib. non commerciale 3.0 Italia(CC BY-NC-SA 3.0)