Le news di Etnanatura -- Torre Rossa -- Serracozzo -- Sciara del Follone -- Eremo monte Turcisi -- Eremo santa Febronia -- Bocche di Santoro -- Hanno visitato il sito: 16.702.248 utenti - Nel 2020: 2.103.293 - Nel mese di Luglio: 66.505 - Oggi: 2.492 - On line: 17
Villa del Tellaro
Nome:
Villa del Tellaro
Comune:
Località:
Vaddeddi
Coordinate inizio:
15°04'45'' - 36°49'60''
Coordinate fine:
15°04'42'' - 36°50'01''
Quota inizio:
18 m.s.m.
Quota fine:
16 m.s.m.
Tempo percorso:
10' - Andata e ritorno.
Distanza:
0.1 km - Andata e ritorno.

Grado difficoltà: 1/10
Attenzione, il grado di difficoltà è riferito solo alla lunghezza del percorso e non all'eventuale pericolosità del sito!
Foto di: Filippa Zappala' e Francesco Joppolo

Descrizione:
La villa del Telláro é una ricca residenza extraurbana della tarda etá imperiale romana, che si trova nei pressi di Noto. I resti, rinvenuti a partire dal 1971, si trovano in un fertile comprensorio agricolo, su una bassa elevazione presso il fiume Tellaro, sotto una masseria sette-ottocentesca. Il corpo centrale della villa, piú piccola di quella di Patti, si articola intorno ad un vasto peristilio. Il tratto del portico sul lato settentrionale presentava una pavimentazione a mosaico con festoni d'alloro che formano cerchi e ottagoni con i lati inflessi includenti motivi geometrici e floreali e su di esso si affacciano altri due ambienti che conservano i mosaici figurati. Nel primo di questi ambienti il mosaico, molto danneggiato, conserva un pannello con la scena del riscatto del corpo di Ettore: Ulisse, Achille e Diomede, identificati da iscrizioni in greco, sono impegnati nella pesatura del cadavere dell'eroe. La figura di Priamo é perduta; il corpo di Ettore, frammentario, si trovava su un piatto della bilancia; l'oro del riscatto era nell'altro piatto. Quest'episodio, non ricordato nell'Iliade di Omero, deriva probabilmente da una tragedia di Eschilo. Il pavimento musivo del secondo ambiente presenta una scena di caccia, con un banchetto all'aria aperta tra gli alberi ed una figura femminile interpretata come personificazione dell'Africa. Le scene del secondo ambiente richiamano i mosaici di caccia della Villa del Casale a Piazza Armerina, ma con figure piú stilizzate e bidimensionali, dalle proporzioni incerte, che rendono l'effetto grandemente diverso. Probabilmente i mosaici sono opera di maestranze africane. Sulla base dell'evidenza numismatica, i mosaici vennero realizzati dopo la metá del IV secolo d.C. La villa del Tellaro é stata oggetto negli ultimi anni di un rinnovato interesse, grazie soprattutto ad una serie di progetti di ristrutturazione e riqualificazione dell'area interessata. Il 15 marzo 2008, oltre trenta anni dopo gli scavi, la villa del Tellaro é stata finalmente inaugurata e resa fruibile al pubblico. Alle spalle della Villa cominciano gli splendidi e talvolta antichi vigneti, dove ancora oggi si coltivano le tradizionali uve del territorio: nero d'Avola, moscato e albanella (o albanello) sempre piú difficile da trovare.
Da Wikiedia
Download mappe
Indicazioni percorso:
Provenendo da Noto sulla strada provinciale 19 prendere una traversa sulla destra (la villa é indicata da cartelli stradali).

Come arrivare all'inizio del sentiero:
Indirizzo di partenza:

(es.: Via Nazionale, 87, 00184 Roma, Italia)

Sentieri vicini
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Sentiero D1(*) D2(*) Pagina Mappa Tipologia
Villa del Tellaro 0 0.08 Link Link Archeologia-Romani
Vendicari 2.29 4.89 Link Link Aree protette-Grotte-Consigliati-Castelli e ruderi-Archeologia-Bizantini-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento-Greci-Fiumi e laghi
Colonna Pizzuta 2.61 2.68 Link Link Archeologia-Greci
Castello di Noto 13.39 13.42 Link Link Castelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Monte Alveria 13.52 12.13 Link Link Chiese-Castelli e ruderi-Archeologia-Romani-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Eremo santa Maria della Provvidenza 13.55 12.09 Link Link Chiese-Barocco
Torre Scibini 14.64 14.67 Link Link Castelli e ruderi-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Cave di Ispica 15.3 21.54 Link Link Aree protette-Grotte-Consigliati-Archeologia-Bizantini-Romani-Preistoria-Medioevo e Rinascimento-Greci-Cave di Ispica
Pineta del Gelsomineto 15.64 15.72 Link Link
Castello marchesa di Cassibile 16.42 16.01 Link Link Castelli e ruderi
Necropoli cava Granati 16.71 16.68 Link Link Grotte-Archeologia-Preistoria-Cave di Ispica
Catacombe cava Palombieri 17.46 16.68 Link Link Grotte-Archeologia-Bizantini-Cave di Ispica
Punta Ciriga 18.36 18.4 Link Link
Borgo rurale Cassibile 18.51 18.51 Link Link Archeologia industriale
Pantano Ponterio 18.84 18.94 Link Link Aree protette-Fiumi e laghi
Medio Alcantara 19.81 19.81 Link Link Consigliati-Alcantara-Chiese-Archeologia-Bizantini-Medioevo e Rinascimento-Greci-Fiumi e laghi
Castello Mankarru 19.81 146.21 Link Link Castelli e ruderi-Bizantini-Arabi e Normanni-Medioevo e Rinascimento
Tomba Orsi 20.07 17.24 Link Link Grotte-Archeologia-Preistoria-Cave di Ispica
Grotta della Signora 21.49 21.73 Link Link Grotte-Archeologia-Bizantini-Preistoria-Cave di Ispica
Grotte del Ginnasio 21.55 21.28 Link Link Grotte-Archeologia-Romani-Greci-Cave di Ispica

(*) Distanza, misurata in km, in linea d'area dall'inizio del sentiero.
(**) Distanza, misurata in km, in linea d'area dalla fine del sentiero.
Previsioni meteo Noto
Numero visite:
Totale (*): 1334 - nel 2020: 321 - nel mese di Luglio: 15 - Oggi: 1 - (*) Da Giugno 2018
  • Aggiungi a preferiti
  • Pagina Facebook
  • Instagram
  • Gruppo Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Youtube
  • Instagram
  • Google +