Basilica del Murgo

Share Button

28-05-2015 21-23-36I resti della Basilica del Murgo presso Agnone Bagni trovano posto non lontano dalla costa lentinese. Il complesso, mai ultimato, avrebbe dovuto ospitare i monaci di Roccadia. Il trasferimento in un sito apparentemente più consono, sarebbe dovuto avvenire, sulla base di una affermazione del Manriquez, per volontà di Federico II [R. Pirri 1733, vol. II, pag. 1306]. E’ bene precisare che non rimane alcun documento, databile al XII/XIII secolo, che confermi il trasferimento della comunità cistercense di Lentini dalle colline verso la costa.

Continua a leggere

Share Button

Parco monte Troina

Share Button

1782109_10203963625038860_9204736223299572151_nMonte Troina è un antico conetto vulcanico di origine preistorica di cui rimane la caldera. Oggi è un parco urbano del comune di Pedara.

Foto di Francesco Marchese.

Sito Etnanatura: Parco monte Troina.

Share Button

Motore di ricerca su Etnanatura

Share Button

20101219 100Ad oggi sul sito www.etnanatura.it sono catalogate 431 pagine relative a sentieri e/o siti d’interesse (naturalistico, archeologico, storico, etc). Ognuna di queste pagine contiene informazioni di tipo generale, mappe, indicazioni sul percorso, sull’altimetria, sulla difficoltà e sui tempi di percorrenza oltre che molte foto. Abbiamo pensato che fosse utile permettere una ricerca intelligente dei siti catalogati. Per questo motivo abbiamo ideato tre pagine che permettono ricerche diverse sul database dei nostri sentieri.

La prima pagina (http://www.etnanatura.it/paginasentieri.php) riporta tutti i siti con un motore di ricerca alfabetico e presenta inoltre una suddivisione per tipologia e per città. La seconda pagina (http://www.etnanatura.it/sentieri/cercasentiero0.php) permette d’individuare tutti i siti catalogati in prossimità di un luogo scelto in una mappa google, la terza pagina (http://www.etnanatura.it/cercasentieri.php) infine permette una indagine  per chiave presentando una molteplicità di chiavi di ricerca.

Vi ricordiamo inoltre che potete segnalarci i vostri sentieri per un’eventuale pubblicazione sul nostro sito (http://www.etnanatura.it/sentieriinser/segnalazionesentieri0.php).

Share Button
Pubblicato in News

Cercatori d’oro

Share Button

25-04-2015 21-37-46Noi di Etnanatura spesso ci sentiamo pionieri alla ricerca dell’oro. Un oro metaforico, ma non per questo meno prezioso, dato dalla bellezza, che è essa stessa valore morale e culturale, e dalla storia delle nostre terre. Ma, per una volta, vi invitiamo ad diventare cercatori d’oro “vero”: l’oro che si nasconde nelle montagne di Fiumedinisi, prezioso borgo dei Peloritani, conosciuto sin dall’antichità per le miniere di ferro, argento e per le pietruzze d’oro.

Continua a leggere

Share Button

Santuario Dinnammare

Share Button

10-05-2015 18-59-52Il santuario della Madonna di Dinnammare sorge sulla cima dell’omonimo monte, alto circa 1130 metri, che fa parte della catena dei monti Peloritani. Il nome Dinnammare deriverebbe dal termine latino “bimaris”, poiché dalla sua vetta è possibile godere della visuale dei due mari, lo Jonio e il Tirreno. Dal piazzale della chiesa si può ammirare la città di Messina in tutta la sua grandezza e lo stretto nella sua maestosità. Volgendo lo sguardo sul versante Tirrenico, è invece possibile osservare la baia di Milazzo le vulcaniche Eolie. Due sono le leggende che raccontano l’inizio del culto della Madonna di Dinnammare.

Continua a leggere

Share Button

Grotte Balze Soprane

Share Button

01-05-2015 18-45-13Il complesso delle grotte di “Maniace” nella contrada Balze Soprane in territorio di Bronte, è costituito da un ambiente principale occupato da numerose sepolture databili al Bronzo Antico con una grande presenza di ceramica. Quest’ultima è rappresentata dalla tipologia della ceramica dipinta dello stile di Castelluccio con motivi a losanghe e appendici laterali. Probabilmente tali figure antropomorfe e zoomorfe erano legati alla sfera mitica e del sacro.
Gabriele Spitaleri da www.academia.edu

Foto di Salvo Nicotra

Pagina Etnanatura: Grotte Balze Soprane.

Share Button

Peppino Impastato

Share Button

peppino-impastatoIl 9 Maggio del 1978 moriva a Cinisi, ucciso dalla mafia, Peppino Impastato. Nella ricorrenza della morte vogliamo ricordare Peppino riproponendovi un suo brano, che riprendiamo dalle informazioni del nostro sito, e che ha costituito il sentiero morale e culturale che ha determinato il nostro agire:

“Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così, pare dover essere così da sempre e per sempre. È per questo che bisognerebbe educare la gente alla bellezza: perché in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore”.

http://www.etnanatura.it/info.php

Share Button